i-segreti-per-un-sonno-profondo-meditazione-per-dormire

Meditazione per Dormire: i segreti per un sonno profondo

Le tecniche di meditazione per dormire sono sempre più utilizzate da chi soffre di insonnia e la notte non riesce a chiudere occhio.

La meditazione per dormire, infatti, può risultare un importante supporto contro il sonno agitato, favorendo invece un sonno tranquillo e profondo.

Ciao sono Daniele Salamina, fondatore e insegnante della scuola Authentic Yoga di Milano. Come hai potuto capire, oggi, ti parlerò di come la meditazione sia utile per dormire in modo rilassante e rigenerante.

Ecco perché prima di iniziare la spiegazione, ti invito ad una lezione di prova nella nostra scuola di meditazione a milano. Puoi seguirci anche su Zoom se sei lontano, siamo sempre Online.

Vediamo di seguito come funziona la meditazione per dormire, come rilassare la mente prima di andare a letto e cosa ascoltare per aiutare a riconciliare il sonno.

Perché è importante fare Meditazione per Dormire?

fare-meditazione-per-dormire-perche-e-importante

Imparare a fare meditazione per dormire è molto importante al fine di non passare ancora una volta una notte in bianco.

Perché capita di non riuscire a dormire bene? I fattori determinati possono essere di tipo fisico e psicologico: ansia e stress accumulati nel corso della giornata, pensieri che ritornano e non ci lasciano in pace durante la notte.

Dormire bene è fondamentale, e la prima cosa fare è rilassarsi. Il rilassamento è lo specchio di un sonno profondo e ristoratore.

La funzione della meditazione è quella di agire sul lato mentale e psicologico dell’insonnia, accompagnando la mente verso la calma e la tranquillità.

Calmare i pensieri è lo scopo della meditazione per dormire, al fine di rilassare la mente e consentire all’individuo di dormire sereno.

Come fare Meditazione per Dormire?

meditazione-per-dormire-come-fare

La prima cosa da fare come primo step della meditazione per dormire è preparare la stanza, ovvero scegliere un ambiente adatto a questo.

L’ambiente, infatti, incide molto sulla qualità del sonno. Non dev’essere né troppo caldo né troppo freddo. Una temperatura corporea un po’ più bassa aiuta a conciliare il sonno.

Scopri Qui: Lezione guidata per meditare

La luce e la posizione del letto son altri dettagli da definire, perché capaci di influire positivamente o negativamente sul sonno.

 La respirazione è invece la fase più importante della meditazione per dormire: nel sonno, infatti, il respiro è regolare e profondo.

Quindi, la meditazione per dormire inizia analizzando mentalmente il proprio corpo, captando le zone in cui c’è un’alta tensione.

Inspira ed espira lentamente ma profondamente, al fine di allontanare le tensioni presenti. Nel momento in cui il rilassamento inizia a prendere il sopravvento, rallenta la respirazione.

Senza sforzarsi, ma piano piano portare il ritmo del respiro ad essere più lento e più profondo. In che modo? Focalizzati sulla zona di tensione, inspira in maniera profonda, elimina la tensione con l’espirazione.

Puoi aiutare con il conteggio dei numeri, da uno a dieci e così via, lasciando spazio alla calma man mano che conti. Questo aiuta il rilassamento a prendere il sopravvento, aprendo le porte al sonno.

Come rilassare la mente prima di dormire?

prima-di-dormire-come-rilassare-la-mente

Per rilassare la mente prima di dormire è molto importante compiere alcune azioni prima di utilizzare le tecniche di meditazione.

Ci sono infatti alcuni accorgimenti che possono risultare molto efficaci al fine di facilitare l’arrivo di un sonno profondo e rigenerante.

Abbiamo già accennato del fatto di ottimizzare l’ambiente in cui dormire, quindi mantenere una temperatura né troppo calda né troppo fredda; così come regolare le fonti di luci del luogo stesso.

Mangiare leggero, non bere alcol e non assumere caffeina tardi sono certamente azioni che permettono di rendere il sonno più efficace.

A questi si possono aggiungere accorgimenti per rilassare la mente, come leggere un libro, ascoltare musica rilassante e fare un bagno caldo.

Per poi concludere con le tecniche di meditazione e di respirazione profonda, così da facilitare ulteriormente il sonno.

Le tecniche di Meditazione per dormire meglio

Ci sono alcune tecniche di meditazione per riuscire a dormire meglio, a conciliare il sonno, rendendolo profondo e rigenerante.

Possiamo suddividere le tecniche in 3 grandi gruppi: meditazione guidata, consapevole e corporea.

  • MEDITAZIONE GUIDATA: si chiama così perché c’è una persona, esperta e professionista, che ti guida in ogni fase meditativa. La meditazione guidata insegna a respirare, a rilassare il tuo corpo e farti visualizzare immagini e suoni, allontanando pensieri superflui e negativi.
  • MEDITAZIONE CONSAPEVOLE: chiamata così perché viene eseguita concentrandosi sul momento. Aumenta la consapevolezza della coscienza, del corpo e della respirazione in modo sincronizzato. Quando un’emozione o un pensiero arrivano, si osservano per poi lasciarli andare senza giudicare sé stesso. Se senti che una zona del tuo corpo è stretta e rigida, la rilassi in maniera consapevole.
  • MEDITAZIONE DEL CORPO: è una tecnica meditativa che concentra l’attenzione su ogni parte del proprio corpo. La sua finalità è di aumentare la consapevolezza fisica, corporea, anche di dolori e tensioni nervose che il corpo stesso accumula.

Perché è così importante la concentrazione? Per il fatto di favorire il rilassamento, facilitando un sonno più profondo e conciliante.

Scopri anche la tecnica trascendentale

meditazione-autentica-corso

Cosa ascoltare per dormire bene? Ecco la Playlist di Spotify!

Ci sono musiche e melodie da ascoltare per dormire bene. Suoni, vibrazioni e ritmo adatti a questo particolare momento, al fine di conciliare il sonno ed allentare l’insonnia che attanaglia molte persone.

Ecco la playlist di Authentic Yoga su Spotify, adatta per rilassare la mente prima di andare a dormire. Un insieme di suoni e melodie che ti consentono di rilassarti e meditare, anche allo scopo di conciliare il sonno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

[class^="wpforms-"]
[class^="wpforms-"]